Epic fail

di francaberbenni

Mossa da ottime, penso, ragioni pedagogiche ho lasciato mio figlio, 12 anni, in montagna dai miei perchè li aiuti con il lavoro al bar.
Dormirà da solo a casa mia mentre per mangiare andrà dai nonni.
E’ un ragazzino di cui ci si può fidare e, proprio in questa fase di crescita prepotente, mi sembra importante che viva CONTEMPORANEAMENTE l’indipendenza (che può avere qualche aspetto negativo) e l’impegno (che può avere i suoi risvolti positivi).
L’ho preparato, ne abbiamo parlato a lungo, lui è pigro come tutti gli adolescenti e quindi riluttante ma, nel complesso, è sereno.
Fiera di me, quindi, e con il cuore in subbuglio (non è facile, no…) me ne sono tornata a Milano ostentando tutta la sicurezza e la tranquillità del giusto.
Fino a quando, messo piede in casa, ho realizzato: una settimana.
Intera.
A casa da sola.
Con mio marito.
Non ce la posso fare.

Annunci