Valigie

valigie

Domani si torna a casa. E questa sera celebro il rito della valigia da preparare.
Mentre sposto oggetti dalla camera dell’albergo alla valigia ripasso questi ultimi giorni. Ci sono gli asciugamani con la salsedine, le ciabatte che trattengono tenaci granelli di sabbia. La felpa pesante comprata in tutta fretta che non avevo portato nulla contro il freddo che c’è stato. E poi i libri e le riviste che hanno accompagnato lunghe ore di riposo.
È un classico, al ritorno le valigie dell’andata sembrano più piccole, fino all’ultimo secondo resta il timore che non ce la si farà ad infilarci tutto.
E mentre premo con forza nel tentativo di chiudere quella cerniera, penso che ne avrò un’altra da chiudere, altrettanto difficile. Nelle quattro ore di treno, domani mattina, chiuderò dentro di me alcuni pensieri e gesti molto belli, raccolti in questi giorni. Voglio portarli con me, a costo di premerli, di schiacciarli: troverò il modo di farceli stare.
Poi magari, a casa, in un momento di solitudine, li tirerò fuori e mi sembreranno del tutto fuori luogo, ridicoli, come cornici ricoperte di conchiglie o parei a fiori.
O forse sarò talmente fortunata, o brava, da trovare per loro la giusta collocazione.
Lo spero.
Non sono cornici di conchiglie.
Non lo sono davvero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...