Ce la posso fare

di francaberbenni

Leggo su un giornale che, secondo l’immancabile studio americano, il cervello inizia a perdere colpi a 45 anni.

E’ un argomento che mi interessa: ho svoltato i 40 da poco e tengo alle mie cellule cerebrali più che al mio girovita. Proseguo quindi avidamente lungo l’articolo e trovo finalmente quel che mi preme sapere: sì, si può fare qualcosa per porre rimedio.

I consigli sono sempre i soliti, quelli che valgono anche per la demenza senile, i disturbi della menopausa, i problemi cardiocircolatori, la depressione e le rughe. Insomma, bisogna svolgere regolare attività fisica, mangiare in maniera equilibrata, mantenere il cervello impegnato, porsi sempre degli obiettivi, aprirsi al mondo e alle novità.

Ho tirato un sospiro di sollievo.

Anche questa volta sono tutti obiettivi alla mia portata.

Il giorno che gli scienziati americani si inventeranno che la salute psicofisica dipende in modo sostanziale dalla pulizia regolare e accurata della propria casa io sarò una donna finita.

Annunci