Maledizioni

di francaberbenni

Racconta la leggenda che la donna iniziasse ogni suo giorno con una maledizione verso il cielo, perché la costringeva ad aprire gli occhi ogni mattina, mentre la sera lei pregava affinché le fosse risparmiata la prigionia di un giorno ancora.
Ma ogni mattina il cielo le mostrava, mentre lei aspettava l’autobus, che aveva altro a cui pensare, qualcosa di molto più importante di un paio d’occhi aperti o di un respiro regolare.
maledizioni
Gli artisti non hanno interesse per le questioni pratiche. Loro devono lasciarti a bocca aperta.
E così, dopo la quotidiana maledizione, la donna non riusciva a nascondere un sorriso: quel cielo a cui lei chiedeva di chiuderle gli occhi, ogni giorno glieli apriva di più per farci stare una nuova meraviglia.
La donna smise così di maledirlo (se sorridi le maledizioni non ti vengono benissimo) ma il cielo non smise di salutarla con quei colori, al mattino, mentre lei aspettava l’autobus, per ricordarle che il tempo si può sempre impiegare in un modo migliore.

Annunci