Déjà vu

Stamattina a colazione io e mio marito abbiamo avuto un attimo di smarrimento perchè nessuno dei due sapeva dire se e quando nostro figlio fosse rientrato la sera precedente.
Abbiamo scherzato sulla nostra completa mancanza d’ansia, su quanto siamo irresponsabili e sui servizi sociali che ci hanno ignorato finora.
Abbiamo finito con calma latte e caffè, poi gli ho chiesto di andare a controllare.
E in quel momento ho ricordato un’altra mattina di 17 anni fa, quando mi ero svegliata, avevo guardato la sveglia e seduta sul letto avevo contato sulla punta delle dita, più volte, fino a cinque. Mio marito dormiva al mio fianco. L’avevo svegliato e mostrandogli la mia mano aperta gli avevo chiesto, come stamattina: “Per favore, vai tu a controllare”.

Era la prima volta che nostro figlio dormiva per cinque ore di fila ed io pensavo che fosse morto.

Stamattina ero abbastanza sicura che fosse più vivo del solito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...